Porto Pino alla fine del 1800

    
Alla fine del 1800 Porto Pino si presentava con la sua vastissima pineta di pino d'aleppo, la spiaggia unica, non ancora divisa dai canali.

Gli stagni, la peschiera e molti terreni, appartenevano a Francesco Asquer che li aveva acquistati dall'amministrazione delle Finanze dello Stato Italiano il 4 ottobre 1864. Il 3 luglio del 1899 la proprietÓ passa in ereditÓ alla figlia Giovanna, che a sua volta la vende all'inglese Menj Engerton Piercy con documento perfezionato in data 12 settembre 1902.

                                       

Bibliografia