Kite Surf

    

Il kitesurf una disciplina mista tra surf, windsurf e wakeboard, nata alle Hawaii (solita lacrimuccia in attesa di un sospirato viaggio, sigh! Sigh!!) intorno alla met degli anni novanta. Si sostituisce il traino del motoscafo con quello della forza del vento e si vola utilizzando le onde come rampa o le si surfa quando si cerca il punto di rottura. Okkio ai wipeout.

L'attrezzatura costituita dalla tavola e dall'aquilone.

La tavola per i principianti simile ad una comunissima tavola da surf da onda con tanto volume, gli attacchi per i piedi e il leash per assicurarla alla caviglia. Per i pi esperti si passa a tavole pi sottili, con i bordi marcati per assicurare una buona gestione della rotta, fino ad arrivare a quelle bidirezionali twintip o wakeboard.

Nonostante sia uno sport recentissimo, gli aquiloni hanno avuto un'evoluzione molto rapida. Quelli utilizzati attualmente sono a struttura gonfiabile e permettono un'agevola ripartenza dall'acqua. Le dimensioni sono espresse in mq e vanno da circa 1.5 mq per i principianti ai grandi 23.5 mq. per i pi esperti. Possono avere due o quattro cavi e si pu utilizzare il boma e il trapezio.

Per la pratica di questo sport occorre essere abbastanza allenati e avere delle conoscenze sulle principali andature di windsurf. Vi consiglio di frequentare una scuola, evita delle spiacevoli perdite di tempo e vi permette di divertirvi fin dalle prime uscite. In zona esiste il centro kitesurf Naish di Chia, uno dei migliori in Italia.

A Porto Pino abbiamo cominciato ad ammirarli circa tre anni f, per merito di qualche surfer di passaggio. Attualmente anche i locals si sono appassionati a questa disciplina.

Lo spot preferito la Mezzaluna (centro seconda spiaggia) per vari motivi, ottimo per il vento di Maestrale, spettacolare per le onde con Ponente teso e comodo con lo Scirocco d'estate per evitare di travolgere i bagnanti dell'affollatissima prima spiaggia.

Una variante del kite surf quella che si pratica utilizzando, sulla terra ferma, un triciclo, con timone a piede, al posto della tavola.

Buon divertimento e se avete foto di kite a Porto Pino speditemele.

Stefano